occhio-astigmatismo-PICC

Astigmatismo

La visione scientifica dell’astigmatismo

L’astigmatismo è un difetto della vista (ametropia) che comporta una minore nitidezza visiva a causa di una deformazione della superficie dell’occhio (cornea) o di un’alterazione delle strutture interne del bulbo oculare. Ad esempio, le immagini di occhio astigmatico risultano poco definite poichè i raggi luminosi hanno due fuochi (davanti e dietro alla retina).

Nella normalità la cornea segue una curva regolare e rifrange ugualmente in ogni punto la luce che entra nell’occhio. Nell’astigmatismo la superficie anteriore della cornea è curvata di più in un senso che nell’ altro. Si parla di sezioni principali o anche di meridiani. In questo modo la cornea, p.e. nella sezione principale orizzontale, può presentare un raggio di curvatura più lungo che nella sezione principale verticale.

Nell’astigmatismo la cornea ha una forma più simile a un’ellisse che ad un cerchio (facendo un esempio di geometria piana e quindi della sezione dell’organo). Se la luce entra attraverso una tale cornea, la parte della luce rifratta a causa della superficie più curva, viene focalizzata prima dell’altra parte della luce che attraversa la superficie meno curva.

Ciò significa che esistono due fuochi per le varie zone della cornea – uno in un punto anteriore e uno più dietro. Visto complessivamente un punto nello spazio dell’oggetto non diventa un unico punto oppure un punto comune sulla retina. Se poi si aggiunge ancora una miopia o una ipermetropia molto probabilmente l’immagine del punto sulla retina sarà un’elisse sfocata.

La visione olistica dell’astigmatismo

Simbolicamente la persona astigmatica non sa decidersi, ha difficoltà ad operare delle scelte. A volte vorrebbe essere due persone per fare entrambe le scelte. Smarrimento rispetto a ciò che si vuole davvero oppure confusione rispetto a ciò che si prova davvero.

L’astigmatico vive uno stato di confusione tra ciò che prova e ciò che è meglio per convenzione sociale o familiare e quindi si adegua a queste situazioni non sue o per paura (astigmatismo miopico) o per rabbia per la propria inadeguatezza (astigmatismo ipermetropico)

Sono state descritte per l’astigmatismo cause accomodative, problemi legati alla convergenza, posture distorte, diversa pressione delle palpebre sulla superficie corneale…come per gli altri difetti rifrattivi, e ancor più rispetto agli altri, si tratta di ipotesi. Vi sono pure astigmatismi che nascono in età adulta in seguito ad eventi traumatici psichici, come vi fosse l’impossibilità di conciliare l’esperienza con ciò che dovrebbe essere. Ci si può anche sentire smarriti, non volendo vedere la vita per quello che è.